Codice Prodotto: CAVF

Disponibilità:In Stock

Prezzo: 1,44€
Prezzo senza iva: 1,38€

Peso

1200gr  

Pezzo indivisibile dal peso approssimativo di ca. 1Kg

 

Notizie in breve

Il cavolfiore fa parte della famiglia delle Brassicaceae. La parte edule del cavolfiore è l’infiorescenza della pianta, detta corimbo, la quale nelle prime fasi di sviluppo forma una “palla” generalmente di colore bianco o bianco crema. Questo è il cavolfiore classico del quale esistono diverse tipologie locali, oggi affiancate da varietà selezionate

Una variante molto interessante sia per l’aspetto che per le caratteristiche organolettiche è il cavolo romanesco. Esso fa parte dei cavolfiori ma si distingue per la forma e il colore verde del corimbo. In esso infatti le infiorescenze secondarie formano un disegno geometrico dalle proporzioni perfette, che si ripetono come frattali. Le cime si staccano e si cuociono in acqua o al vapore. I peduncoli si sbucciano come fossero asparagi e sono anch’essi commestibili.
In Italia i cavolfiori si coltivano in Campania, Marche, Puglia, Lazio, Toscana, Lombardia, Piemonte, Veneto. Il cavolfiore è considerato una verdura invernale e primaverile (la produzione si concentra da ottobre a maggio).

Come viene utilizzato

Il cavolfiore, sbollentato e insaporito in padella con semi di sesamo tostati, mandorle tritate e una spruzzata di prezzemolo, è un ottimo contorno da affiancare a secondi di carne o pesce. Il cavolfiore, cotto a fuoco lento in un po’ d’acqua, frullato e insaporito con una buona manciata di pepe, pezzettini di speck, prima leggermente rosolati in un po’ d’olio, diventa un ottimo

Curiosità

Quando viene cotto, il cavolfiore emana un odore molto intenso e poco piacevole dovuto ai composti di zolfo in esso contenuti, che tendono ad evaporare. Per evitare che questo odore si propaghi per tutta la casa, è sufficiente aggiungere nell’acqua di cottura della mollica di pane imbevuta di aceto. Il cavolfiore ha notevoli proprietà benefiche: in particolare sembrerebbe che gli sciacqui effettuati con il suo succo curino l’afonia ed anche la sordità

Proprietà terapeutiche

Il cavolfiore è naturalmente ricco di vitamina C e di vitamina B9, necessaria per la produzione e il rinnovamento cellulare. Anche cotto, seppur in maniera ridotta, mantiene una buona concentrazione di entrambe le vitamine.

Ricetta del giorno

Crocchette di cavolfiore

Ingredienti: 1 cavolfiore; 40 g di formaggio grattugiato; 2 uova; 30 g di burro; prezzemolo; farina; pangrattato; noce moscata; olio; sale; pepe

Preparazione: Dividete il cavolfiore a cimette e lessatele in acqua bollente salata per circa dieci minuti, sgocciolatele. In un tegame lasciate fondere il burro, insaporitevi le cimette per dieci minuti, salate, ritirate, lasciate intiepidire, passatele al mulinetto. Raccogliete il ricavato in una terrina, amalgamatelo con un uovo, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, un pizzico di noce moscata, salate, pepate e aggiungete tanto pangrattato quanto serve per ottenere un composto abbastanza fermo. Prelevate il composto a cucchiai e formate delle crocchette, infarinatele leggermente, passatele nel restante uovo sbattuto e poi nel pangrattato che non deve essere troppo fine. Friggetele in abbondante olio bollente. Asciugatele su carta assorbente da cucina. Disponetele sul piatto da portata e servitele subito ben calde con gli aperitivi.